Bruciare i rifiuti diventa illegale
Di Anna (del 05/01/2010 @ 05:31:02, in Vivere a Fiji, linkato 23879 volte)

Spazzatura bruciataE' illegale bruciare rifiuti domestici nei cortili e tutte le persone riconosciute colpevoli dovranno pagare una multa fino a F$ 10.000.

Ciò è stato confermato dal Responsabile Legale del Dipartimento dell'Ambiente Mr. Orisi Baleikasavu in seguito a denunce pubbliche sulla questione.

 "La combustione all'aria aperta è illegale secondo la legge sulla Gestione per l'Ambiente (Environment Management Act - format pdf), I Regolamenti dello Smaltimento dei Rifiuti e Riciclaggio 2007(Waste Disposal and Recycling Regulations 2007 - format pdf) che stabiliscono che la combustione all'aria aperta, la combustione di pneumatici e rifiuti domestici è illegale all'interno di aree comunali..."

“Open burning is illegal under the Environment Management Act and the Waste Disposal and Recycling Regulations 2007, (which) stipulates that open burning, the burning of tyres and household rubbish is illegal within municipal areas….”

Tuttavia, Baleikasavu dice che questa legge è piuttosto difficile da sorvegliare a causa della mancanza di risorse e di solito e' necessario contare sulle segnalazioni di casi fatte dal pubblico.

"Di solito gli ispettori comunali, ispettori sanitari in varie zone rurali e le autorità sanitarie si occupano di questo perché di solito lavoriamo insieme ed abbiamo anche firmato un Protocollo d'Intesa (MOU) con la polizia un anno fa' per agire al nostro posto nei settori in cui non operiamo".

"Usually municipal inspectors, health inspectors in various rural, and health authorities police this because we usually work together and we also signed an MOU (Memorandum of Understanding) with the police a year ago to act on our behalf in areas we don’t operate in.”

La prima denuncia fatta all' FBC News è arrivata da Akanisi Finau, un residente di Tacirua in Suva, che si e' lamentato che la vista panoramica da Tacirua è solitamente rovinata dai fuochi originati nelle diverse periferie.

Foto e Testo tratti da Radio Fiji