Piante medicinali delle Isole Fiji
Di Anna (del 11/12/2009 @ 07:02:18, in Cultura, linkato 8370 volte)

Guaritore fijanoA Fiji esistono circa 2500 specie di piante di cui circa il 20% viene utilizzato in medicina. Questo gia' considerevole numero è stato arricchito con l'introduzione dalle erbe medicinali usate dagli indiani emigrati (vedi la storia di Fiji). L'uso di rimedi erboristici è molto diffuso in tutto il Pacifico, sebbene ogni regione si sia sviluppata indipendentemente seguendo le tradizioni della proria cultura, si possono facilmente trovare numerevoli similitudini tra le piante officinali usate. Le principali piante officinali vengono utilizzate sotto forma di unguenti che vengono applicati direttamente sulla pelle per curare ferite e per trattare problemi della pelle.

Sebbene la medicina trazionale del Sud Pacifico sta cambiando a causa del contatto con l'Occidente, la maggior parte della popolazione, soprattutto chi vive sulle isole o lontani dalle citta', conservano ancora una grande fede nei rimedi naturali e nei trattamenti effettuati dai guaritori indigeni (native healer), nonostante utilizzano anche la medicina occidentale per curare molti problemi di salute.

L'uso di rimedi naturali era stato ufficialmente scoraggiato durante il periodo coloniale, ma l'estirpazione di una tradizione cosi' profonda non ha mai avuto successo. Scienziati, medici e guaritori collaborano da tempo per approfondire e migliorare l'uso efficace dei rimedi naturali. Molte persone credono ancora che alcune malattie come lesioni non gravi, disturbi dell'infanzia, complicazioni alla gravidanza ed anche fratture vengano curati meglio dai guaritori che dalla medicina tradizionale.

Il libro (formato pdf) da cui abbiamo tratto il contenuto di questo articolo tratta di informazioni da testi medici tradizionali  e recenti studi scientifici sulle piante medicinali nel Sud Pacifico ed è stato da noi qui presentato solo a scopo informativo. Ricordiamo che le informazioni potrebbero non essere precise e l'utilizzo di piante officinali, senza la consulenza di operatori sanitari qualificati, e' fortemente sconsigliato in quanto pericoloso.

Dato l'elevato numero d'informazioni, abbiamo deciso di dividere questo articolo in piu' sezioni. A seconda delle regioni le erbe officinali vengono chiamate con diversi nomi, noi ne indicheremo uno o due per pianta. 
Ecco le prime piante officinali usate nella medicina tradizionale.

Aloe VeraAloe (Aloe Vera)
Nome Latino: Aloe Vera
Nome inglese: Aloe Ve
ra

Questa pianta viene utilizzata per curare le ferite e le ustioni. 
La linfa dalle foglie fresche e' usata per il trattamento di scottature solari, eruzioni cutanee ed ustioni.
L'aloe vera funge anche da purgante, probabilmente per le sue proprieta' stimolanti dell'intestino inferiore.

 

 Albero del PaneBuco Ni Viti o Uto Dina (Albero Del Pane)
Nome Latino: Artocarpus Altilis
Nome Inglese: Breadfruit

Il liquido spremuto dalla corteccia o dalle foglie è utilizzato per curare dolori al petto e vomito derivanti da disturbi di cuore.
Il liquido spemuto dalla corteccia è impiegato nel trattamento del dolore delle ossa e delle infezioni post partum. Il fluido spremuto dalle radici è usato nel trattamento di disturbi respiratori che rendono difficile e dolorosa la respirazione. 
Un filtrato di nuove foglie, non piegate, è impiegato come rimedio per l'avvelenamento da pesce e come rilassante in caso di spasmi convulsi. 
Il fluido spremuto dai frutti giovani è usato per curare le malattie che provocano dolore ai polmoni e vomito. 
Le radici sono utilizzate in un rimedio per curare la debolezza dopo il parto.

MangroviaDogo o Dogo Salusaly (Mangrovia)
Nome Latino: Bruguiera gymnorrhiza
Nome Inglese: Mangrove

La radice di questa pianta è utilizzata per ripristinare l'appetito perduto ed è stata anche utilizzata come terapia per il diabete. 
La corteccia della pianta, insieme alla corteccia di altre piante, viene utilizzata anche come cura contro la sifilide e contro il cancro. 

Altre piente e rimedi molto presto...