La Cerimonia della Kava
Di Anna (del 06/09/2009 @ 03:44:48, in Cultura, linkato 8031 volte)

La pianta della kavaInnanzitutto cos’e’ la kava? La kava e’ una polvere che si ottiene pestando le radici essiccate di una pianta chiamata yagona e poi disciolta nell’acqua.
La kava e’conosciuta con diversi nomi, I piu’ popolari ed usati sono kava, yagona e grog.
E’ facilissimo incontare gruppi di persone sedute in cerchio sui Tapa che si passano una ciotola di legno, beh queste persone stanno proprio bevendo la kava.

La Kava è parte integrante della quotidianità della popolazione a tutti i livelli, viene infatti bevuta nei villaggi, nelle città, durante meeting, durente inaugurazioni o semplicemente fra amici.
La kava viene offerta in segno di benvenuto ai visitatori, persino ai presidenti di altre nazioni in visita a Fiji. Essiccare la kava

Vi capiterà sicuramente di essere invitati a bere la kava e prendere parte a questa cerimonia è prova di rispetto nei confronti delle loro tradizioni.
Se bevuta occasionalmente ed in quantita’ moderate la kava non ha alcun effetto e non provoca nessuna dipendenza, se invece usata in quantita’ eccessive e troppo frequentemente provoca sonnolenza, perdita di memoria e riduzione del senso di percezione delle cose.
E’ stato piu’ volte proposto dai giornali e dalla televisione l’eventualita’ di ridurre l’utilizzo della kava a livello nazionale, ma una tradizione cosi’ radicata non e’ facile da combattere!

Cerimonia della kavaCERIMONIA DELLA KAVA (Sevusevu)  
Bere la kava é una delle cerimonie piu' solenni e sentite tra la popolazione. La cerimonia della kava viene fatta per inaugurare una casa o un posto, per dare il benvenuto, per ringraziare o per scusarsi di un torto commesso, nelle cerimonie ufficiali e nelle cerimonie di stato. Ha quindi un significato religioso, politico o semplicemente di amicizia e cordialita’.

La cerimonia non formale si svolge sui tradizionali tapa e le persone che partecipano si siedono in cerchio e a turno con una ciotola, solitamente una noce di cocco tagliata a meta', attingono la kava da un recipiente in legno intarsiato chiamato Tanoa. Ogni persona deve aspettare che la precedente abbia finito di bere tutta la kava contenuta nella scodella per poter a sua volta attingere dal Tanoa. Come vuole la tradizione, il rito di bere la kava viene accompagnato da battiti di mani (1 per accettare e 3 per ringraziare dopo aver bevuto). 

Le radici della pianta della Kava hanno un leggero effetto anestetico e vengono usate in molti paesi nel settore dentistico.